L’offerta di semi di piante dalle quali è ricavabile una sostanza drogante, non integra la fattispecie di Instigazione, proselitismo e induzione al reato di persona minore Cass. S.U. 18 ottobre 2012 n. 47604

Le Sezioni Unite, chiamate a decidere se integrasse il reato di cui all’art. 82 del D.P.R. 30 ottobre 1990 n. 309 la commercializzazione e la pubblicizzazione di semi di piante idonee a produrre sostanze stupefacienti, hanno affermato che, salvo l’ipotesi di configuare il reato di istigazione a delinquere (art. 414 c.p.), tale comportamento non integra il reato de quo.

Continua la lettura di L’offerta di semi di piante dalle quali è ricavabile una sostanza drogante, non integra la fattispecie di Instigazione, proselitismo e induzione al reato di persona minore Cass. S.U. 18 ottobre 2012 n. 47604

Guida in Stato di ebbrezza: il condannato ha diritto ad usufruire dei lavori di pubblica utilità, anche se mancano gli enti convenzionati. Cass. 2 febbraio 2012 n. 4927

Spesso chi richiede di essere ammesso ai Lavori di Pubblica Utilità si scontra con l’impossibilità di accedervi per mancanza di disponibilità con gli enti convenzionati.

Continua la lettura di Guida in Stato di ebbrezza: il condannato ha diritto ad usufruire dei lavori di pubblica utilità, anche se mancano gli enti convenzionati. Cass. 2 febbraio 2012 n. 4927

Cassazione: Coltiva una piantina di canapa indiana sul balcone – Non costituisce reato manca il principio dell’offensività

Corte di Cassazione Sez. Quarta Pen. – Sent. del 28.06.2011, n. 25674

————————————————————————————–

Continua la lettura di Cassazione: Coltiva una piantina di canapa indiana sul balcone – Non costituisce reato manca il principio dell’offensività

Cassazione: annullabile multa autovelox se agenti non presenti. Insufficiente supervisione municipale a installazione apparecchi

Roma, 5 apr. – È annullabile la multa per eccesso di velocità se, presso l’autovelox gestito e installato da un’azienda privata, non c’era il vigile. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che ha respinto il ricorso di un piccolo comune che aveva multato un automobilista per eccesso di velocità con un autovelox installato e gestito da una ditta privata. Il caso a Bolzano. Una signora era stata multata per eccesso di velocità. Aveva impugnato il verbale contestando la taratura degli apparecchi e il fatto che l’infrazione era stata “immortalata” senza la presenza degli agenti.

Continua la lettura di Cassazione: annullabile multa autovelox se agenti non presenti. Insufficiente supervisione municipale a installazione apparecchi